Il vecchio bagno? Ristrutturiamo!

20 maggio 2015 / Arredare

Il vecchio bagno non ti piace più?...Non bisogna cambiare casa!

A volte basta poco...per vivere meglio!

Tua moglie ha fatto visita ad una sua amica che di recente ha acquistato un nuovo appartamento e si sta lamentando che la sua (tua...anzi...vostra) villa unifamiliare con giardino di 2000 mq distribuita su 3 piani è ormai "datata"...ed è partita alla carica pensando a nuove sistemazioni...?

Sei la moglie di cui sopra e vuoi fare restyling alla tua (vostra) abitazione senza dover per forza cambiare casa (almeno per ora!), confina le sue energie (positive!) ad un intervento limitato. Per non spaventare tuo marito potresti cominciare da un solo locale...per ora!!

Da dove si comincia? Per esempio dal... bagno!

Per arredare il tuo "nuovo" bagno avrai bisogno di pensare a nuovi rivestimenti e pavimenti, a nuovi sanitari, a nuove rubinetterie, a nuove tipologie di illuminazione e a nuovi accessori!
Si, è vero...avrai il muratore in casa e ti farà polvere....non temere l'intervento sarà limitato nel tempo e il risultato sarà notevole!

Ti presento una planimetria di un bagno di circa 6 mq....come potrebbe essere il tuo...e ti consiglio alcune "mosse" per ri-arredarlo.
Ti suggerisco dove posizionare funzionalmente gli elementi, ma poi sarai tu a sceglierli in base al tuo gusto (no...devo essere sincera... non ce la farò nel trattenermi a darti suggerimenti personali!).

Cominciamo dai rivestimenti e pavimenti:
quelli vecchi non ti piacciono più, ma non vorresti rimuoverli per non far intervenire il muratore.
Potresti far stendere sopra la ceramica esistente la resina epossidica con finitura e colore a tuo piacimento... lo spessore in aggiunta è al massimo di 5 mm, quindi alla peggiore delle ipotesi potrai chiamare il falegname che piallerà la porta d'ingresso del locale per rialzarla di pochi millimetri appunto!

Non ti piacciono e li vuoi rimuovere? Perfetto...ma poi non riposarli dove non servono....ti consiglio di limitare l'estensione del rivestimento alla fascia dietro i sanitari (altezza circa 1 mt), nel vano doccia e/o attorno alla vasca da bagno (basterebbe una fascia di 50 cm sopra la vasca), se proprio insisti sulla parete retro lavabo (ma solo se proprio insisti... perché una valida alternativa è lo smalto all'acqua che sostituisce egregiamente il rivestimento in ceramica!)

Hai la vasca da bagno, ma i figli sono cresciuti e la usi saltuariamente? Bene....sostituiscila con un comodo piatto doccia!

I sanitari sono appoggiati a terra? Se non hai problemi di colonne di scarico e di spessori di pareti (serve un tavolato con forato di 12 cm o equivalente in cartongesso)...meglio vaso e sanitario sospesi perché rendono più facile la pulizia dei pavimenti! Altrimenti ci sono degli elementi di design che sono sì sospesi, ma prevedono una cassetta esterna esteticamente valida.

Nel vasto (a dir poco) mondo della rubinetteria potrai scegliere miscelatori a parete (se abbracci la filosofia del "il muratore in casa non mi dà fastidio" perché dovrai fare tracce nel muro) oppure miscelatori da appoggio (sui lavabi).
Devi pensare, inoltre, anche all'illuminazione del locale: la luce generale viene generalmente posizionata a parete (togliti dalla testa la plafoniera al centro del soffitto!), ma non solo...la luce arreda...e quindi pensa a valorizzare anche angoli particolari (per esempio: nicchia ricavata nel vano doccia, piatto doccia, zona specchi).

Gli accessori... da ultimi ma non ultimi... attenzione alle finiture da abbinare alla rubinetteria (cromo lucido o satinato per esempio) e ai colori dei tessuti e delle spugne: se per il "contenitore bagno" (pareti e pavimenti) avrai scelto tinte neutre potrai azzardare colori vivaci con gli accessori, viceversa se hai già personalizzato il locale con colori decisi ti consiglio di abbinare colori tono su tono o in tonalità neutre.

Di seguito lo schema di quello che potrebbe essere il tuo bagno su cui operare un buon restyling:

Nell'esempio di cui sopra, mediante un tavolato (non a tutta altezza ma alto 240 cm tale da consentire illuminazione e aerazione) con inserito un controtelaio per porta a scomparsa, è stato creato un comodo antibagno attrezzato con lavabo da appoggio e con contenitore a tutta altezza per lavatrice; la vasca è stata sostituita da un comodo piatto doccia di 180x80 cm (il cristallo fisso di cm 120 questo consente di eliminare la porta di ingresso al vano doccia); i sanitari sono del tipo "sospesi" e sopra di essi è stato posato un utile termo arredo con funzionamento elettrico (per le "mezze stagioni"!).

Ma ora farei parlare le immagini...

Articolo curato dall'arch. Laura Belloni

belloni.laura@libero.it