Un nuovo modo d'abitare... l'evoluzione dell'arredo 2015

04 maggio 2015 / Arredare

SIETE PRONTI AL CAMBIAMENTO?

"La fantasia, l'invenzione e la creatività pensano,

l'immaginazione vede".

Bruno Munari

Se non sei avvezzo al cambiamento vieni ad allenarti con noi!

Meraviglioso Salone 2015. Tantissimi stranieri, tantissime contaminazioni e una sola parola d'ordine: DESIGN!

L'arredo si trasforma: si colora, si carica di tessuti, marmi e dettagli preziosi.

Si, ormai diremo addio al razionale minimalismo che ancora lascia strascichi di forme e concetti ma arricchito e valorizzato dall'essenze e dalla profondità dei colori: delle terre, dell'oceano profondo e dall'intensità delle foreste.

Un gusto elegante dal fascino italiano sempre impeccabile nei dettagli e raffinato nelle forme, inimitabile sapienza estetica che lascia altrettanto spazio a colorati pattern dal segno tribale con inattese declinazioni di stile anni 60-70.
Preziosità che scandiscono gli spazi e avvolgono gli arredi, per un interior non più volto ad un estremo minimalismo ma dall'appeal suggestivo e ricercato.

Se ancora non avete capito ancora nulla si potrebbe riassumere così il salone del mobile 2015:

- Colori dalle tonalità delle terre, degli oceani e delle foreste;

- Tessuti ricchi di fantasie e stoffe 'corpose' come velluti e pelli;

- Nuovi accostamenti di materiali:

le essenze accostate ad accessori con finiture bronzate;

le essenze accostate a dettagli in pregiati marmi (marmo calacatta, arabescato, al Rain Forest Brown e non solo)

Questi nuovi spunti sono volti all'arricchimento e commistione di diversi materiali e colori negli elementi d'arredo.
Il legno in essenza è il protagosta: armadi, contenitori, cassettiere, madie che accostato al cuoio o alla pelle con cui sono stati rivestiti frontalini di cassetti o ante sempre nelle tonalità di colori di cui ti ho accennato sopra, diventano oggetti unici.

Non è passato inosservato anche il ritorno all'uso del velluto come tessuto "pregiato" a rivestimento di divani poltrone e poltroncine in colori neutri (base grigia o marrone) oppure anche in tonalità di colori verde acido o azzurro carta da zucchero per cuscini pouf e tappeti.

In questo momento di transizione, dove un gusto eclettico e vintage diventa glamour ci dà l'opportunità di meditare in modo del tutto nuovo agli spazi di vita, che dopo un freddo rigore minimalista si ha più voglia di ritornare all'accogliente e caldo spazio di casa…

"le case si costruiscono con il tempo e coccolano chi le abita".

(Flexform Philosophy 2015).

Concludo questa carrellata d'impressioni partendo dalla citazione iniziale di Bruno Munari che mi sembra calzare a pennello per definire il lavoro quotidiano di queste grandi aziende che coniugano:

tradizione ed avanguardia
salde radici artigianali e costante evoluzione produttiva

ma che partono tutte indistintamente dalla "fantasia invenzione e creatività" di architetti e designers che appunto "pensano" prodotti per ogni gusto e necessità...poi producono grazie a esperienza e know-out delle ditte...
ma il tassello finale di questo puzzle è ciò che "l'immaginazione" vede... dunque sta a te ora immaginare nel tuo living il divano di cui ti sei "invaghito" o l'ambientazione che rispecchia il tuo carattere e portarlo proprio lì tra le pareti della tua vita!